Come Diventare Copywriter (Senza Esperienza)

by Jan 12, 20210 comments

Questo è un tutorial completo di copywriting per il 2021.

A mio parere, il copywriting è LA più importante abilità di marketing che si possa avere.

Questo perché la tua capacità di scrivere entra in gioco quando crei:

-Blog posts,
-Scripts di video YouTube,
-Emails,
-Titoli di podcast,
-e molto altro ancora.

___

Ricorda, le persone faranno di tutto per coloro che:

• Incoraggiano i loro sogni,
• Giustificano i loro fallimenti,
• Allentano le loro paure,
• Confermano i loro sospetti,
• E aiutano a lanciare pietre contro i loro nemici.

Diventare un copywriter professionista significa innanzitutto fare propria questa lezione.

federico donatone
Non vedo l’ora di conoscerti!
Scrivimi su Instagram:
@federico_donatone

Sono Federico Donatone, un giovane come te che aspira a costruire una vita intorno alla propria passione.

Vivo viaggiando per il mondo e occupandomi di digital marketing.

In questo blog voglio dimostrarti come sia possibile costruire una carriera intorno alla tua passione, anche se:

  • Non hai ancora competenze;
  • Non sai da dove iniziare;
  • Stai cercando di trovare la tua strada.

In più, questo articolo è adatto a te se :

  • Credi nell’importanza della libertà;
  • Sei deciso/a a diventare il padrone/a del tuo futuro;
  • Credi che il sistema scolastico e universitario non sia sano, perché mette inutilmente sotto pressione gli studenti, allontanandoli dalle loro VERE ambizioni.

Questo è un post lungo, quindi concediti un po’ di concentrazione perché sto per condividere con te quelle informazioni che ogni giorno mi avvicinano di più al mio obiettivo.

Qual è il mio obiettivo nel 2021?

“Costruire una carriera intorno alla mia passione e ai miei valori.”

All’ interno scoprirai:

  • Chi è e cosa fa il digital copywriter;
  • Quali sono le competenze di un digital copywriter: scrivere pensando alle persone, attraverso i media;
  • I 5 segreti per scrivere come un perfetto digital copywriter;
  • Come applicare lo Storytelling: l’arte di usare il potere delle storie per ottenere clienti;
  • Come lavora un copywriter: Analisi del prodotto, dello spazio, dei lettori;
  • I 6 principi della persuasione del Dr. Robert Cialdini.

Ready?

Tuffiamoci nella lettura.

___

Cosa fa il digital copywriter. Se il copywrtiting è l’arte dello scrivere per vendere, un copywriter online è il Proust del Marketing.

Il copywriter professionista è quella persona che si occupa della redazione di testi a un tempo informativi e persuasivi.

In breve, è il genio della comunicazione scritta, perché scrivere copy persuasivo significa conoscere esattamente a CHI ci si sta rivolgendo.

Conoscendo il CHI (l’audience di riferimento), un copywriter professionista saprà esattamente quali sono:

  • i VALORI,
  • i DESIDERI,
  • le FRUSTRAZIONI,
  • le PAURE,
  • le SIMPATIE,
  • le ANTIPATIE,
  • ecc… del lettore.

Ora, stai tranquilla/o perché questo non significa che sia una specie di illuminato capace di leggerti nel pensiero…

…semplicemente si avvale di software come Audience Insights o Similar Web per fare la sua bella ricerca di mercato prima di iniziare a scrivere.

Scrivere copy persuasivo significa prima di tutto saper ascoltare:

In altre parole ogni professionista sa che il primo step in questo mestiere è fatto di una fase di ASCOLTO del pubblico.

Ma che vuol dire ‘ascoltare il pubblico‘?

Come ti mostrerò più avanti nella sezione “l’arte di usare il potere delle storie per ottenere clienti”, un buon seo copywriter spende le prime ore lavorative a creare un’ USER PERSONA.

Cos’è un User Persona?

Si tratta dell’identikit dell’utente a cui vogliamo rivolgerci.

Perché ricorda: Ogni volta che un copy viene progettato, segue una struttura fondamentale basata sul CHI, sul COME, sul COSA.

  1. Il CHI è il nostro INTERLOCUTORE;
  2. Il COME è il modo migliore di comunicare al nostro interlocutore (affinché possa comprendere il nostro messaggio nel modo più semplice per lui);
  3. Il COSA è l’argomento, il servizio, il prodotto che consegneremo al nostro interlocutore sulla base sulla base di quelle che sono le sue necessità.

Ma come puoi servirti di questi tre elementi fondamentali per fare il tuo primo passo fondamentale verso una carriera costruita intorno alla tua passione?

Trovi tutto nel prossimo paragrafo.

Le competenze di un digital copywriter: scrivere pensando alle persone, attraverso i media

6 mesi fa mi sono laureato.

Dopo aver bazzicato alle feste di laurea dei miei amici per qualche anno, pregustavo il momento in cui finalmente anche io avrei goduto di quel momento:

di quel MIO momento…

Era il 31 dicembre 2019 quando pensavo tutto questo.

6 mesi dopo, mi sarei laureato.

Già pregustavo lo spumante, le persone, lo spumante, i dolci, lo spumante, i regali, lo spumante, lo spumante…

Certo. 6 mesi fa mi sono laureato in filosofia…

diventare copywriter

…Come puoi vedere, è stato uno dei giorni più belli della mia vita.

Dopo 3 anni di apprezzamenti tra libri e articoli letti su Nietzsche, Platone, Luis Sal e Giulio Cesare, ho imparato che tutti questi personaggi storici hanno una cosa in comune:

Sono dei grandi comunicatori.

E, mi son detto, un attimo prima di alzare gli occhi al cielo:

“Io voglio essere come loro”

Alché mi son dato da fare per cercare di capire da dove iniziare…

…ed è così che ho notato che tutti i grandi comunicatori hanno una cosa in comune:

Sanno comunicare.

E tu mi dirai: Beh grazie al c****

Ed hai ragione, infatti mi son sbagliato, era più così:

Tutti i grandi leader storici sono stati prima di tutto dei grandi comunicatori.

Emozionante.

La buona notizia è che noi possiamo imparare da loro.

Ti ho già rivelato 3 elementi fondamentali della comunicazione efficace per un copywriter:

  • Avere ben chiaro in mente a CHI ci si sta rivolgendo;
  • Avere ben chiaro COME comunicare in maniera semplice per il nostro interlocutore;
  • Conoscere le esigenze dell’interlocutore per definire con COSA servirlo.

Facciamo un esempio pratico?

Leggi qui:

La prima volta che ho incontrato la mia ragazza, ho lasciato che mi parlasse a lungo di sé…

(Siamo nello step del CHI. In questa fase è fondamentale l’Ascolto)

…in questo modo, ho scoperto subito che condividiamo l’amore per il viaggio, per le lingue (parliamo entrambi 4 lingue e adesso stiamo imparando lo spagnolo), per la psicologia, e molto altro.

Scoperti gli interessi condivisi, è stato facile iniziare a costruire un dialogo parlando proprio di quelle cose che abbiamo in comune.

Solo a quel punto è nato il COSA, ossia la nostra relazione, che è un qualcosa che si costruisce sempre in due.

E stesso discorso vale per il COSA che il copywriter vuole portare alla sua audience:

Che sia un blog post, una pubblicità, una email, un servizio o un prodotto,

la comunicazione e l’offerta che il copywriter avanzerà sarà sempre dettata da quelle che sono le esigenze e le necessità dei suoi lettori.

(Tra parentesi, la persuasione è un’arma potentissima, io ti consiglio di usarla per costruire una carriera intorno alla tua passione e ai tuoi valori).

Da grandi poteri derivano grandi responsabilità, io sto cercando di usare il mio potere per vivere una vita fondata sulla libertà, sulla creatività e sull’amore;

(Stiamo facendo del nostro meglio)

copywriter da remoto

Se mi prometti di impiegare questi poteri per scopi nobili, ti rivelo subito 3 aspetti del copywriting poco compresi, che pochi considerano, ma che fanno un’enorme differenza:

le 3 regole per scrivere come un perfetto digital copywriter

Quando un digital copywriter si mette all’opera, prima di avanzare qualsiasi offerta al suo pubblico, deve assicurarsi di aver offerto 3 valori fondamentali:

  1. ISPIRAZIONE
  2. INTRATTENIMENTO
  3. INFORMAZIONE

Come copywriter, e ancora più se stai curando il tuo PERSONAL BRAND, assicurati di ispirare chi ti legge:

Se hai idea di CHI fruirà del tuo contenuto, sai esattamente quali sono gli obiettivi, desideri, timori e frustrazioni del tuo pubblico.

Raccontando i risultati che hai raggiunto fino a quel momento, potrai ispirare quelle persone con la storia di chi non necessariamente ce l’ha fatta…

…ma che lotta ogni giorno con entusiasmo per perseguire degli ideali di vita.

Raccontando la tua storia potrai stringere un legame maggiore con chi legge.

Per esempio io potrei raccontarti perché ho deciso di svegliarmi ogni mattino alle 5 per godere della pace di quell’orario che fa tanto bene alla mia produttività.

Se fossi ancora all’università, non se ne parlerebbe neanche di svegliarmi così presto per studiare.

Adesso invece è facile perché faccio quello che amo.

Vedi, il copywriting è un pianeta della galassia del Marketing.

La cosa figa è che qualunque sia la tua passione il Digital Marketing può darle voce sfruttando la potenza infinita dell’online.

Infatti, il copywriting, e più in generale il marketing online, dovresti immaginarli più come degli space shuttle che ti possono permettere di raggiungere i tuoi obiettivi.

Ma come ogni viaggio, ha un percorso, e come ogni viaggiatore degno di questo nome, io mi ripeto sempre che ciò che conta più della meta è il percorso fatto.

È esattamento di questo che parliamo quando ci riferiamo allo STORYTELLING.

Leggi il prossimo paragrafo per scoprire come lo storytelling può cambiare definitivamente il tuo modo di veicolare un messaggio.

Storytelling: l’arte di usare il potere delle storie per vendere qualsiasi cosa facilmente

Lo abbiamo già detto, e lo ripetiamo:

Il punto di partenza per ogni copywriter di rispetto è interrogarsi sul CHI.

A chi ci stiamo rivolgendo?

Fatto questo, bisogna lavorare su un secondo CHI: quello del proprio personal brand, o quello del cliente per cui si sta lavorando:

Questo è il motivo per cui non inizio mai una consulenza senza che il cliente sappia rispondere a queste tre domande:

  • Chi sei?
  • Cosa fai?
  • Da quanti anni ti droghi?
  • Come puoi essere utile al tuo pubblico?

Quando avremo ben chiari i nostri due CHI (quello del tuo pubblico, e il tuo)…

…possiamo finalmente iniziare a creare storia intorno al prodotto o servizio che vogliamo vendere.

PRO TIP: Vogliamo capire quali sono le credenze che stanno bloccando le persone all’acquisto.

Qui finalmente iniziamo ad addentrarci nella mia parte preferita.

Ricorda: la storia ha l’obiettivo di:

  • Mettere in discussione le credenze delle persone e di ricrearne delle nuove;
  • Capire quali sono le insicurezze che le persone hanno difronte al mio prodotto una volta che hanno capito che funziona ed è quello che gli serve;

Prima di essere noi a raccontare una storia, vogliamo ASCOLTARE e CAPIRE:

“Quali sono le storie che il cliente si sta raccontando?”

Risposte potrebbero essere:

“Io non sono in grado di farcela da solo” (Scuse interne)

“Ho paura che la mia famiglia non capisca” (Scuse esterne)

RACCONTARE UNA STORIA che mi faccia sentire vicino alla sua situazione per allontanare quella credenza e fargli capire che anch’io o qualcuno che ho aiutato ha vissuto quella situazione, ma adesso ha ottenuto un RISULTATO positivo.

In breve:

SE IO VOGLIO INSERIRE DEI MESSAGGI FORTI, LA PRIMA COSA CHE FACCIO è CREARE STORIE.

Stiamo parlando di applicare una vera e propria parabola dell’eroe,

la stessa che è utilizzata dai migliori sceneggiatori e scrittori.

Di seguito trovi tutti gli steps necessari a creare il tuo storytelling scritto per costruire la parabola dell’eroe intorno al tuo personal brand e conquistare facilmente clienti.

1. PRESENTAZIONE

A chi ti stai rivolgendo?

Sorprendi o incuriosisci il lettore.

Uno degli speech più efficaci a cui abbia mai assistito iniziava con questa frase:

Sette bustine di zucchero”

Puoi immaginare come tutta la auditutto il pubblico avesse un bel punto interrogativo stampato in testa e si chiedesse:

“7 bustine di zucchero cosa?”

e lo speaker continuò:

“7 BUSTINE DI ZUCCHERO è la quantità di zucchero che ciascuno di noi ingerisce ogni…”

Capito?

Rubiamogli questa tecnica:

Fai in odo che l’interlocutore si ponga una domanda e sii pronto a rispondere e a crearne una nuova:

Domande = Engagement.

2. PROBLEMA

Da cosa nasce tutto?

Condividere un problema serve anche a creare un legame tra la gente, a far riconoscere l’eroe (identification) attraverso bisogni universali o per la sua mancanza chiara di qualcosa.

(Ogni problema affrontato è un’opportunità di migliorarsi).

3. RIFIUTO

Parla del tuo rifiuto a rimanere in quella situzione.

Qui viene chiarito qual è la vera sfida per l’eroe:

Qui si stabilisce l’obiettivo e il percorso da farsi.

Qui stabilisci il rischio o il prezzo da pagare e rendi chiaro l’obiettivo (goal) dell’eroe.

Un certo evento, un accidente iniziale è necessario per far partire la storia.

4. PIANO DI FUGA

Come hai fatto?

Parla del metodo che hai usato per allontanarti da quella situazione.

5. PIANO IN AZIONE

Cosa hai fatto esattamente per risolvere il problema?

Ci si lancia nel viaggio.

Da questo momento non si può più tornare indietro (no turning back).

Qui è dove offri il vero VALORE (CONTENUTO).

6. MENTORI

Chi o cosa ti ha supportato?

Il mentore è quello di cui ha bisogno l’eroe per mettersi in viaggio:

Consigli, direzione, guida, uno strumento “magico” da portarsi.

(un’arma, ma anche una conoscenza, o la fiducia in se stesso, la protezione, l’allenamento).

I mentori sono in genere coloro che sono andati nel viaggio prima di noi, una specie di saggezza che segna l’avventura seguente.

Qui è dove parli delle nuove abilità che hai sviluppato grazie al supporto di mentori

(che possono essere persone, idee, contenuti o fonti di ispirazione).

7. BATTAGLIA

Durante la prova centrale l’eroe si trova faccia a faccia con le sue più grandi paure, con il fallimento dell’impresa, o con la fine di un rapporto, dove si conclude definitivamente la sua vecchia personalità e si torna cambiati.

La battaglia è come porti ogni giorno avanti la tua mission con quello che hai imparato durante il tuo viaggio.

8. VITTORIA

Non è la prova più grande, ma la definitiva.

È come un esame finale per provare che si è imparata la lezione, dato che una cosa utile nel mondo straordinario non è detto che sia trasportabile in quello ordinario.

È la purificazione, l’adattamento al ritorno che a volte prende la forma di un’ulteriore sfida

(magari la minaccia questa volta non riguarda l’eroe, ma l’intero suo mondo)

La vittoria si compie con quello che fai ogni giorno.

Si compie con la tua VISION:

dove vuoi arrivare?

In che modo pensi di poter INCIDERE?

Se imparerai a basare la tua comunicazione su questi passaggi inizierai a percepire una nuova te o un nuovo te.

Si ma come?

Semplice, ti consiglio di guardare questo mio video approfondito.

___

E se ti dicessi che ci sono delle tecniche di persuasione che puoi implementare a questa struttura di cui ti ho appena raccontato per massimizzare il tuo potenziale comunicativo?

Ben arrivato/a alla parte cruciale di questo articolo:

I 6 Principi della Persuasione

Avevo 18 anni quando ho letto per la prima volta il libro di Robert Cialdini sui principi della persuasione e…

Ehi, quello che c’è scritto sulla copertina posteriore dice già tutto:

Ci sono 6 principi fondamentali che vogliamo conoscere per una strategia comunicativa fatta ad arte:

  1. Reciprocità
  2. Scarsità
  3. Coerenza
  4. Consenso
  5. Autorità
  6. Similarità

Reciprocità

“Fa agli altri quello che vuoi sia fatto a te”

Questo primo punto è il principio del content marketing:

Dando VALORE GRATUITO e CONTINUO, condito con ottimissime CTAs.

(CTAs = Calls to Action, letteralmente ‘chiamate all’azione’, cioè dire direttamente al prospetto cosa vuoi che lui faccia).

Quando ero all’Università il prof di antropologia affrontò la tematica del DONO.

Diceva:

“ Non può esserci dono senza che venga creato un debito.”

E il concetto di Cialdini è un po’ questo.

Ricordo che a quell’esame di antropologia, prima di sedermi difronte al professore gli avevo spiegato come mi sentissi in debito con lui perché non avevo mai seguito un corso così bello come il suo.

Che poi fosse solo il mio secondo esame consideriamolo un dettaglio. Lol.

Il corso parlava della tecnica, se hai mai sentito anche solo uno speech di Galimberti sai di cosa si tratta (parla sempre di quello ormai il buon Galimb).

Ad ogni modo, inutile dire che quell’esame coronò il mio primo trenta (che palle essere associati a numeri).

Scarsità

Ci sono 5 tavolette di cioccolato.

Ci sono 5 tavolette di cioccolato e tu non sei a dieta.

Ci sono 5 tavolette di cioccolato, tu non sei a dieta, e meriti di assaggiarne una.

Sono 4 tavolette standard, e ce n’è una che ha una nocciolina sopra.

La nocciolina luccica.

La nocciolina è solo una.

La nocciolina ti guarda.

Tu puoi mangiare solo una tavoletta.

Ci pensi.

Sei in dubbio.

Passano alcuni minuti.

Arriva un lottatore di Sumo.

Ti guarda.

È in dubbio se mangiare te o la tavoletta con la nocciolina.

Dopo un po’ si fissa sulla tavoletta con la nocciolina.

Passano 30 secondi.

Lui inizia a sudare.

Lui fa un respiro intenso e allunga la mano verso la tavoletta con la nocciolina.

Tu gliela freghi all’ultimo e la ingoi.

Lui ti mangia.

Cosa abbiamo imparato?

Un c****, però il principio di scarsità dice che siamo più avvezzi a volere qualcosa se quel qualcosa è poco disponibile o stiamo per perderlo. Fatti i tuoi calcoli.

Coerenza

Okay avrai notato che sto diventando un po’ burlone ma ho iniziato a scrivere questo articolo due ore fa e mi sta scendendo un po’ la soglia dell’attenzione.

Quindi mi devo tenermi sveglio con le mie storie…

…tanto abbiamo parlato di storytelling, ti farà bene.

Se hai già detto SI una volta, sarai più avvezzo a dirlo una seconda volta.

È proprio questo il principio di coerenza.

Infatti, sapevo che avresti apprezzato la storia del comesichiama..del..lottatore di sumo perché avevamo già parlato di storytelling.

È la stessa cosa che faccio quando acquisisco nuovi clienti su fiverr:

Spesso mi contattano per servizi semplici del valore anche solo di 5 euro.

E, dopo aver svolto il lavoro insieme, se sono soddisfatti del risultato e abbiamo costruito una buona relazione, propongo un servizio più impegnativo che potrei fare per loro, portando quell’offerta di 5 euro a un’offerta di 150 euro (per esempio una consulenza).

Una volta ottenuta maggiore soddisfazione e fiducia, se sento che quel cliente ha le giuste potenzialità, propongo il mio servizio di agenzia completo, in cui seguo direttamente per un periodo di 3-6 mesi la crescita della sua attività.

Per il principio di coerenza, un lead (potenziale cliente) che ha acquistato da te, molto probabilmente acquisterà da te una seconda volta se gli darai la giusta attenzione, il giusto ascolto e l’offerta più giusta per lei/lui.

Consenso

In inglese “Social Proof”. Riprova sociale.

Tornando alla storia di prima, se ci fossero stati altri 3 lottatori di sumo e tutti i lottatori presenti si fossero impossessati della tavoletta senza nocciolina, beh, saresti stato l’unico sfigato CON la nocciolina.

Non stiamo parlando d’altro che di conformismo.

Se tutti stanno facendo una determinata cosa, ecco che saremo PERSUASI a credere che quella è la cosa giusta da fare.

Platone non sarebbe d’accordo, infatti c’ha scritto un libro su sta cosa dove si lamenta e dice che la massa è stupida, perciò le decisioni vanno prese dai migliori.

In una parola Platone non avrebbe un Iphone.

Autorità

Qui torna ancora una volta il nostro benedetto CHI.

Secondo sto prioncipio non è tanto COSA viene detto ma CHI lo dice – che fa la differenza.

L’autorità è come un’aura di sapere che vuoi costruirti attraverso risultati che raggiungi nelle cose che fai.

L’autorità però t’arriva dall’esterno.

Non stiamo giocando mica a Mussolini 2.0, non devi dirti da solo che sei er capo der mondo.

Piuttosto, vuoi fare in modo di mostrare a sempre più persone quello che sai fare in modo che queste inizino a stimarti (anche se sei strano) e a parlare bene di te.

Così il tuo potere s’accrescerà e potrai pensare tra qualche anno di conquistare San Marino avvalendoti di Sciabolini e Forchette.

Similarità

Se sei arrivato/a fin qui a leggere, significa due cose:

  • Hai tanta voglia di crescere
  • Anche tu sei un po’ strano o strana.

Il principio di similarità potrebbe averlo inventato mia nonna “Chi si somiglia si piglia”:

Se io ho espresso dell’apprezzamento verso di te, sarà più facile per me ricevere la tua simpatia.

Per fortuna, qui non ti sentirai mai giudicato/a ma godrai solo del supporto di un sacco di giovani che come te hanno deciso che il 2021 è il loro anno di svolta…

…Dopo un 2020 che è stato un fiasco per tutti, lotteremo per costruire una vita intorno a quello che ci fa star bene e che ci motiva.

Intanto, sappi che non vedo l’ora di conoscerti.

Vieni a Salutarmi su Instagram a @federico_donatone, avremo tantissimo da condividere.

Intanto ti lascio una domanda per riflettere su tutto quello che ci siamo detti oggi:

Qual è il tuo ostacolo principale in questo momento nel costruire una carriera e una vita intorno alla tua passione?

Scrivimelo nei commenti, non vedo l’ora di risponderti.

Ogni martedì scriverò per te un nuovo articolo che ti parlerà di carriera online, viaggio, e crescita personale.

Sono Felice di dirti che adesso ti trovi all’interno di una community che ti sopporta supporta, e questo è il nostro gruppo facebook:

Federico Donatone | Creators

So … Are you with us?

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *